22 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Verie

Legge di Stabilità, ecco le misure

16-10-2013 10:33 - News Verie
Manovra da 26 mld in 3 anni. Incentivi di 7 milioni per contratti a tempo indeterminato. Scendono le risorse per il taglio del cuneo. Cig in deroga, 600 mln per il 2014, 250 mln per la social card. Stretta su pensioni ricche, aumenta l´imposta di bollo di rassegna.it Legge di Stabilità, ecco le misure - foto di ansik - da Flickr (immagini di Emanuele Di Nicola) Tante le misure contenute nella Legge di Stabilità, approvata stanotte del governo Letta. La manovra è di 11,5 miliardi per il 2014: non ci sono tagli alla sanità, arrivano risorse dal rientro dei capitali all´estero e rivalutazione delle quote di Bankitalia. Calano le risorse per il taglio del cuneo fiscale, arrivando a circa la metà. Le principali novità sono riassunte nella scheda dell´Ansa. MANOVRA DA 26 MILIARDI IN 3 ANNI: La manovra è pari a 11,5 miliardi nel 2014, 7,5 miliardi nel 2015 e 7,5 miliardi nel 2016. INCENTIVI PER TEMPO INDETERMINATO: Tra gli interventi per le imprese e i lavoratori "c´e´ anche un incentivo per il passaggio dai contratti a tempo determinato a quelli a tempo indeterminato", dice il governo. Un incentivo che vale 7 milioni di euro. PER IL CUNEO 2,5 MLD NEL 2014: La manovra prevede per il 2014 sgravi fiscali per 3,7 miliardi, di questi 2,5 miliardi sono per il cuneo fiscale. Il Parlamento deciderà come ripartire l´incremento tra i lavoratori. CIG IN DEROGA 600 MLN E CARTA ACQUISTI: Gli ammortizzatori in deroga saranno rifinanziata per il 2014 per un importo di 600 milioni. Il Fondo per la social card viene incrementato di 250 milioni di euro per il 2014. STRETTA SULLE PENSIONI RICCHE: Le pensioni piu´ ricche, quelle sopra i 3.000 euro non saranno adeguate al costo della vita nel 2014. Arriva invece una mazzata per quelle d´oro: sopra i 100.000 euro ci sarà un contributo "con la finalità di concorrere al mantenimento dell´equilibrio del sistema pensionistico". SANITA´, NIENTE TAGLI: Saltano i paventati tagli alla sanità per 2,6 miliardi. Lo aveva annunciato il ministro Lorenzin già prima del Consiglio dei ministri. SALTA TASSA SU SU RENDITE, AUMENTA IMPOSTA BOLLO: Salta la tassa sulle rendite finanziarie prevista dalle bozze, che doveva passare dal 20% al 22%. Ma sale l´imposta di bollo, l´aumento porterà 3,8 miliardi in tre anni. Previsto un aumento anche per le comunicazioni sui prodotti finanziari e per le comunicazioni web della P.a., pari a 16 euro medi. TAGLIATI GLI SCONTI FISCALI: Arriva una prima sforbiciata agli sconti fiscali. Vengono tagliati 500 milioni di euro complessivi entro gennaio. GIU´ PRESSIONE FISCALE: Limatura per la pressione fiscale che, secondo i calcoli del governo, scende nel triennio dal 44% al 43,3%.

Realizzazione siti web www.sitoper.it