29 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Verie

Firma la campagna 0.05%

11-10-2011 10:35 - News Verie
Una mini tassa dello 0,05% sulle transazioni finanziarie frena la pseculazione e genera 655mld di dollari l´anno per salvare le persone e il pianeta. www.zerozerocinque.it In un momento storico in cui enormi sacrifici vengono richiesti dai governanti a noi, comuni cittadini, il mondo finanziario, primo responsabile della crisi che stiamo attraversando, continua imperterrito a mettere in atto pratiche che ci hanno trascinato e ci mantengono sulla soglia di un baratro. Il costo sociale della crisi sta ricadendo su di noi in termini di tagli al welfare, difficoltà occupazionali, stagnazione dell´economia reale. A farne le spese sono i cittadini più deboli e sempre più impoveriti! Dal 2009 ad oggi sono state spese tante parole sulla necessità di regolamentare il sistema finanziario internazionale, ma solo ora una misura concreta, di buon senso e facile implementazione si sta facendo strada sullo scacchiere europeo! La Commissione Europea ha infatti da poco ufficializzato la sua proposta di implementazione di una tassa sulle transazioni finanziarie sui mercati europei. Una tassa che non colpisce i piccoli risparmiatori, né ha ripercussioni negative sull´economia reale. Una tassa che sancisce il principio che la finanza - e non i cittadini - deve pagare il prezzo della crisi che ha causato. Sono chiamate a contribuire quelle istituzioni finanziarie che sono state sostenute con soldi pubblici - i nostri soldi, miliardi di euro - e che continuano a segnare profitti e a distribuire dividendi, operando con le stesse modalità che le hanno portato sull´orlo del tracollo. Una tassa che ha riscosso l´appoggio di molti parlamentari e capi di Stato e di governo in Europa, di economisti e di migliaia di soggetti della società civile globale. Una piccola misura che ha le potenzialità di arginare la speculazione finanziaria e raccogliere un grande gettito destinabile alle politiche sociali e alla lotta alla povertà in Italia e nel Mondo. La proposta della Commissione ha però bisogno del più ampio consenso possibile! Il nostro governo ha a lungo titubato sulla posizione da assumere e, nonostante interrogazioni e risoluzioni parlamentari, lettere aperte all´esecutivo, inviti al confronto e mobilitazioni, nonostante politiche di tagli e la disperata necessità di fondi, ha sempre preferito mantenere un profilo basso e attendista sul tema, dichiarando di voler aspettare le mosse delle istituzioni europee. Ebbene, l´Europa ha fatto il primo passo. Diamo insieme uno scossone al palazzo!

Fonte: www.zerozerocinque.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it