24 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Verie

CONTRATTO DI SETTORE ELETTRICO: AD UN PASSO DALLA ROTTURA

21-04-2016 09:24 - News Verie
Si è svolto, nella giornata di ieri, un incontro con le Controparti Datoriali per cercare di trovare un percorso che possa portare, in tempi brevi, alla stipula del contratto di Settore Elettrico. Le Aziende, ancora una volta, hanno cercato di proporre una metodologia di confronto tesa, a nostro avviso, solo ad allungare i tempi, senza un motivo di fondo significativo. Da una parte ribadiscono la volontà di chiudere la trattativa in tempi certi, da condividere insieme. Dall’altra, però, dichiarano di voler riscrivere il Contratto quasi integralmente, modificando significativamente le parti che riguardano le flessibilità per aumentare i livelli di efficientamento. Non lo dicono esplicitamente, ma per noi è chiaro: vogliono ritoccare i turni, la reperibilità, gli scatti di anzianità, usare l’orario di lavoro in maniera più flessibile, ecc. Anche sulla parte economica la trattativa pone dei livelli di ambiguità che non intendiamo accettare: i contratti già firmati in questo periodo, pur in assenza di regole interconfederali, danno il senso di un realismo su cui le nostre Controparti debbono riflettere. Per questo abbiamo ribadito, ancora una volta, quanto contenuto in piattaforma: un aumento congruo pur in presenza di livelli inflattivi significativamente bassi. Ma l’equazione che non intendiamo assolutamente accettare è l’idea che il nostro Contratto debba essere riscritto perché non più in grado di rispondere alle sfide che il mercato elettrico pone. Il nostro Contratto, dai processi di liberalizzazione ad oggi, ha consentito a tutti, Sindacato ed Aziende, di governare anni di crisi, riuscendo sempre ad offrire strumenti utili per la costruzione di soluzioni positive. Per questo abbiamo deciso, condividendolo con la delegazione trattante, che è ora di forzare i tempi proponendo alle Aziende un percorso molto diverso dal loro: usare il mese di maggio per fare un “affondo” sui punti che abbiamo proposto nella nostra piattaforma. Ovviamente anche le Aziende dovranno dichiarare, in tutta trasparenza e senza tatticismi, i loro punti di caduta. Insomma: è giunta l’ora di mettere le reciproche priorità sul tavolo e iniziare veramente questa trattativa. Perdere altro tempo sarebbe ingiustificato! Siamo ora in attesa di ricevere una risposta da parte delle Aziende: se verrà accettata la nostra impostazione daremo la massima priorità a questa trattativa, con il costante coinvolgimento della delegazione trattante, per cercare di chiudere il Contratto entro questa estate. Viceversa le controparti si assumeranno la responsabilità, del tutto ingiustificata, di non voler firmare il Contratto, aprendo una stagione difficile dentro le Aziende del Settore. Noi conosciamo la situazione generale dell’economia e lo stato dei bilanci delle Aziende con alti indebitamenti, anche a causa di scelte strategiche che si sono rivelate fallimentari, che nello stesso tempo evidenziano però nel corso dell’ultimo anno, cambiamenti positivi nella politica dei dividendi. In questa situazione, i lavoratori, veri “azionisti” delle Aziende, non possono accettare di condividere percorsi restrittivi della loro condizione economica e normativa e respingono ogni confronto contrattuale che voglia andare in tale direzione.
Documenti allegati
Dimensione: 63,58 KB

Realizzazione siti web www.sitoper.it