26 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Verie

COMUNICATO Tirreno Power

02-04-2014 12:15 - News Verie
Il 1 aprile 2014 si è svolto, presso il ministero dello Sviluppo Economico, un incontro con le segreterie nazionali dei sindacati ed i massimi responsabili aziendali avente per oggetto la drammatica situazione finanziaria ed industriale in cui versa la società elettrica "Tirreno Power", che coinvolge circa 500 dipendenti diretti più altrettanti dell´indotto, resa ancora più acuta dopo l´intervento della Magistratura sulla centrale di Vado Ligure, a Savona. In apertura dell´incontro, le segreterie nazionali hanno chiesto che si attivino immediatamente le parti nelle sedi più opportune per garantire, nel complesso del sito di Vado Ligure, la tutela del reddito a tutti i lavoratori dell´indotto che lavorano presso la centrale termoelettrica in ragione della fermata degli impianti alimentati a carbone. Dopodiché i sindacati hanno chiesto all´Azienda di predisporre in tempi rapidissimi la stesura di un piano di interventi sui due gruppi fermati dalla Magistratura per consentirne la ripresa dell´esercizio, anche alla luce dell´essenzialità che gli stessi rivestono per la sopravvivenza dell´intera società Tirreno Power. Al riguardo i rappresentanti di Tirreno Power hanno garantito che, entro pochissimo tempo, predisporranno ed invieranno al ministero dell´Ambiente ed alle istituzioni competenti un apposito piano, al fine di circostanziare una serie di interventi che garantiscano una riduzione dei limiti delle emissioni rispetto a quelli previsti dall´AIA in vigore. Successivamente a questi adempimenti, i sindacati hanno ribadito che Tirreno Power presenti un piano industriale per verificarne, anche nelle intenzioni degli azionisti, la solidità nel nuovo contesto del mercato elettrico nazionale, al fine di garantirne il futuro con particolare riferimento ai conseguenti impatti occupazionali. Infine, Filctem, Flaei, Uiltec hanno chiesto ai rappresentanti del ministero dello Sviluppo Economico da un lato di accompagnare e sostenere, d´intesa con i livelli istituzionali locali e nazionali coinvolti, le azioni di Tirreno Power per riavviare ed ambientalizzare i due gruppi sequestrati nel più breve tempo possibile, prevedendo azioni continue di monitoraggio. In conclusione i sindacati hanno ribadito la richiesta al ministero di istituire un tavolo permanente di settore per individuare le misure necessarie alla sua stabilizzazione in ragione della sua qualificazione che lo certifica fra il più efficienti in Europa.

Realizzazione siti web www.sitoper.it