30 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

7 settembre, Sciopero nazionale Enel. Presidio davanti la sede centrale a Roma e attivo unitario dei delegati

10-09-2018 12:41 - News Generiche
Dopo il presidio di oltre 300 lavoratori, svoltosi stamane difronte all´ingresso della sede romana di Enel, si sono aperti, nel primo pomeriggio, con l´attivo Filctem Cgil, Flaei Cisl, Uiltec Uil, i lavori per determinare le ulteriori iniziative di lotta da mettere in campo. "Essendo l´ENEL una Società controllata dal ministero dell´Economia e delle Finanze, che sviluppa gran parte delle sue attività in regime di concessione governativa, dovrebbe rispondere a quanto alle necessità del Paese, non pensando esclusivamente alle rendite finanziarie, ma reinvestendo gran parte degli utili sul territorio nazionale, ove l´ENEL stessa trae i suoi ricavi", è quanto hanno scritto i quadri sindacali di Filctem Cgil, Flaei Cisl, Uiltec Uil in un ordine del giorno votato al termine dell´assemblea di oggi.

"Il processo di liberalizzazione fa crescere la tentazione di aumentare il ricorso all´outsourcing. Non c´è dubbio che dove aumenta questo fenomeno, alla fine, l´attenzione alla qualità viene progressivamente meno. Per quanto riguarda i somministrati davvero Enel ha bisogno di cambiare lavoratori come fossero kleenex?": ha ribadito Miceli, segretario generale della Filctem Cgil, nel suo intervento all´attivo.

Durante l´incontro i sindacati hanno poi espresso la necessità di tornare ad avere relazioni industriali in linea con la storia e la tradizione di questa azienda al fine di aprire una nuova e più moderna stagione di contrattazione aziendale.

È stata ribadita la necessità di nuove assunzioni - oltre alla naturale stabilizzazione contrattuale dei lavoratori precari - e l´esigenza di nuovi investimenti strutturali (impianti, linee elettriche) anche sulla manutenzione che consentiranno di svolgere le attività elettriche in sicurezza e in qualità.

Ricordiamo, a questo proposito, l´incidente sul lavoro che è costato la vita ad un operaio di una ditta appaltatrice, il quale, a quanto si apprende, lavorava per conto di Enel Sole, per ribadire l´assoluta priorità della sicurezza.

In fine, garantire il presidio commerciale e tecnico ai cittadini, in particolar modo il mantenimento dei punti Enel, in un periodo di liberalizzazioni come quello che stiamo vivendo, sono l´unica ancora di salvataggio per l´utenza
Documenti allegati

Realizzazione siti web www.sitoper.it